Contributi a fondo perduto per imprese che utilizzano i servizi offerti dalle imprese creative

ll Capo III del Fondo imprese creative è l’incentivo nazionale che finanzia le micro, piccole e medie imprese operanti in qualunque settore che intendono acquisire un supporto specialistico nel settore creativo.
Il Fondo è promosso dal Ministero dello sviluppo economico, insieme al Ministero della Cultura. La gestione è affidata a Invitalia.
La dotazione finanziaria è di 9,6 milioni di euro.


A chi è rivolto

L’incentivo è rivolto alle micro, piccole e medie imprese operanti in qualunque settore, fatte salve le esclusioni derivanti dalla normativa in materia di aiuti di Stato, con sede in tutte le regioni italiane, finalizzate all’introduzione di innovazioni di prodotto/servizio/processo e al supporto dei processi di ammodernamento degli assetti gestionali e di crescita organizzativa e commerciale.
I servizi specialistici devono essere erogati da imprese creative, con codice Ateco (anche secondario), rientrante tra quelli previsti all’Allegato 1 del Decreto 19 Novembre 2021 ed avere ad avere ad oggetto i seguenti ambiti strategici:

• azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand;
• design e design industriale;
• incremento del valore identitario del company profile;
• innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione e commercializzazione di prodotti di particolare valore artigianale, artistico e creativo.

 

 

La misura prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, fino a copertura del 80% delle spese per l’acquisizione dei servizi specialistici nel settore creativo comunque, per un importo massimo pari a 10.000 euro.

Scarica documento